Omicidio Jessica Faoro, ergastolo per il tranviere: la uccise con 85 coltellate

Omicidio Jessica Faoro, ergastolo per il tranviere: la uccise con 85 coltellate

Omicidio Jessica Faoro: per Garlaschi arriva l’ergastolo e l’isolamento diurno

Ergastolo per Alessandro Garlaschi, il tranviere accusato dell’omicidio di Jessica Valencina Faoro. La 19enne era ospite del suo killer in via Brioschi a Milano e lo scorso 8 febbraio venne barbaramente uccisa con 85 coltellate. Successivamente l’uomo decise di dare fuoco al corpo della giovane, nel tentativo di infilarlo in due borsoni. 

Secondo quanto riportato da “Tgcom24.com”, Garlaschi è stato condannato all’ergastolo (con isolamento diurno) oltre che l’omicidio della giovane Jessica, anche per vilipendio di cadavere. Inoltre, è stato accusato anche di sostituzione di persona: Garlaschi, infatti, aveva fatto credere a Jessica che sua moglie fosse sua sorella.

Omicidio Jessica Faoro, il padre: “Ergastolo? Sono felice”

La notizia della condanna all’ergastolo per Garlaschi è stato accolta con sollievo dalla famiglia di Jessica Faoro. Secondo quanto è possibile leggere su “Tgcom24.com”, Stefano, il padre della vittima, ha dichiarato: “Sono felice, di più non si poteva dare. Auguro a Garlaschi un felice soggiorno nella sua nuova residenza“. Il padre di Jessica ha poi aggiunto: “Questa sentenza non mi ridarà mia figlia, non mi ridarà un futuro“. 

Grande dolore anche per Andrea Foaro, il fratello di Jessica. Il giovane ha compiuto da poco 18 anni ed è uscito dall’aula in lacrime, dopo aver dato un violento pugno al muro. Non si attendeva di trovarsi faccia a faccia con Garlaschi ed ha piano nel corso di tutta l’udienza. 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *