Influenza 2019, come riconoscerla? Ecco i sintomi e i rimedi per curarla. Fonte foto: torange.biz

Influenza 2019, come riconoscerla? Ecco i sintomi e i rimedi per curarla

L’influenza 2019 ha raggiunto il suo picco e sta mettendo a letto milioni di italiani, facendo registrare il record di…

L’influenza 2019 ha raggiunto il suo picco. Quali sono i sintomi per riconoscerla

L’influenza 2019 ha raggiunto il suo picco e sta mettendo a letto milioni di italiani, facendo registrare il record di ricoveri ospedalieri. Secondo quanto riportato da “Farmacoecura.it“, quando si parla di influenza si intende un’infezione respiratoria che viene causata da un virus. I sintomi compaiono solitamente da 1 a 4 giorni dopo il contagio e sono comuni ad altre patologie di raffreddamento. Tra questi possiamo citare la febbre, il mal di testa, la tosse, il raffreddore, oltre ad uno stato di malessere generale.

A questi sintomi tipici di uno stato influenzale possono aggiungersi dolori muscolari, nausea, vomito e diarrea. Per quanto riguarda la durata della fase acuta dell’influenza, per gli adulti può arrivare ad un massimo di 7 giorni, a 10 per i bambini.

Influenza 2019, quali sono le possibili cure

Quando si incorre nell’influenza, secondo quanto riportato da “Farmacoecura.it”, gli unici farmaci che si rivelano efficaci per la cura del virus sono quelli antivirali. Questi ultimi, però, non sono alternativi alle vaccinazioni e devono essere assunti solo dopo aver consultato il medico.
Nei soggetti che non sono considerati a rischio si può fare ricorso a medicinali sintomatici come ad esempio la Tachipirina. Molti, inoltre, sono soliti ricorrere all’antibiotico, ma spesso può rivelarsi una mossa sbagliata. Gli antibiotici, infatti, rappresentano dei farmaci attivi nei confronti dei batteri e non verso virus come quello dell’influenza.

Se, dunque, il paziente decide di assumere in maniera immotivata l’antibiotico, la sua assunzione potrebbe portare ad un’alterazione della flora batterica delle prime vie respiratorie, ottenendo come unico risultato quello selezionare batteri resistenti che possono poi dar vita ad una sovrainfezione batterica.
In conclusione, quindi, se avete contratto l’influenza, potete assumere l’antibiotico solo in determinati casi e dopo esservi sottoposti ad una visita medica.

Condividi!